Informazione

Dieta ADHD

Dieta ADHD


We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

Disturbo da deficit di attenzione e iperattività (ADHD) è una delle condizioni mentali dell'infanzia più comunemente diagnosticate. La maggior parte dei sintomi si verificano generalmente prima dei 7 anni.

I sintomi includono disattenzione, iperattività e comportamento impulsivo. La condizione può continuare fino all'età adulta, tuttavia gli adulti mostrano una migliore capacità di controllare le risposte impulsive.

Cause di ADHD

L'ADHD non ha una causa nota, sebbene molti ritengano che sia dovuto a uno squilibrio chimico nel cervello causato da fattori ambientali o genetici.

Alcuni fattori ambientali includono; esposizione alle tossine durante la gravidanza, additivi e allergie alimentari, zucchero, caffeina e coloranti alimentari - comunque gran parte di questa teoria.

Troppo zucchero

Vi è una considerevole differenza di opinione su come lo zucchero raffinato influenza il comportamento di un bambino. Molti studi non hanno trovato prove del fatto che lo zucchero raffinato influisca sul comportamento dei bambini.

Alcuni ritengono che una celebrazione tipica (come la festa di compleanno di un bambino) sia legata a un'elevata assunzione di zucchero e che quindi un comportamento eccitabile possa essere collegato alla celebrazione.

Allergie, additivi e coloranti alimentari

La dieta Feingold fu proposta negli anni '70 e collegò il comportamento alla dieta. Tuttavia, ancora una volta, un certo numero di scienziati ritiene che non vi siano state ricerche obiettive sufficienti per concludere che gli additivi sono collegati all'ADHD.

Caffeina

La caffeina è uno stimolante e il suo effetto è diverso per persone diverse. Alcuni sviluppano una tolleranza maggiore per la caffeina rispetto ad altri.

Non è consigliabile che un bambino consumi bevande contenenti caffeina (come Coca-Cola o Pepsi o altre bevande "energetiche"). Soprattutto se si sospetta un'allergia alla caffeina.

Alimenti trasformati

Tuttavia, aneddoticamente, ci sono prove che gli alimenti trasformati possono essere collegati a comportamenti iperattivi.

Come genitore puoi provare a rimuovere quanti più alimenti ricchi di zuccheri e colorati possibile. I succhi dovrebbero essere diluiti e bevande gassate, caramelle e biscotti dovrebbero essere evitati del tutto.

Omega-3 e ADHD

L'omega-3 è un acido grasso essenziale (cioè una forma di grasso polinsaturo) presente in alcuni pesci e in fonti vegetali (come lino, canapa e noci). C'è stato un considerevole corpus di ricerche che dimostrano che l'omega-3 (o più specificamente il rapporto tra grassi omega-3 e omega-6) è essenziale per la corretta funzione cerebrale.

Ci sono anche prove che dimostrano che una madre incinta a basso contenuto di omega-3 può influenzare lo sviluppo cerebrale del bambino durante il 3o trimestre.

Fonti di Omega-3

  • 100 g di salmone (fornisce 230 mg di omega-3)
  • 100 g di sardine (fornisce 220 mg di omega-3)
  • 100 g di aringhe (fornisce 160 mg di omega-3)
  • 100 g di tonno (fornisce 160 mg di omega-3). Il tonno deve essere fresco o congelato - poiché il tonno in scatola di solito ha l'olio scaricato (e spesso viene sostituito con oli omega-6).

Bambini ADHD e Omega-3

Se il bambino non mangia pesce, prova a mescolare l'olio di semi di lino in determinati alimenti o cerca prodotti "arricchiti" (come latte o pane) con l'aggiunta di omega-3.

La dieta può fare la differenza per l'ADHD?

La ricerca scientifica più recente indica che solo una piccola percentuale di bambini risponderà a una dieta priva di additivi. Tuttavia, non lasciare che questo ti impedisca di sperimentare cambiamenti dietetici.

Per lo meno un bambino con ADHD dovrebbe mangiare 2 pasti di pesce a settimana.

Guarda anche:

Feingold Diet - Una descrizione completa del programma del dott. Ben Feingold.
Dieta curativa ADD

Di Mizpah Matus B.Hlth.Sc (Hons)

    Riferimenti:
  • Howard, A. L., Robinson, M., Smith, G. J., Ambrosini, G. L., Piek, J. P., Oddy, W. H. (2011). L'ADHD è associato a un modello dietetico "occidentale" negli adolescenti. Diario dei disturbi dell'attenzione, 15 (5), 403-411. collegamento
  • Schnoll, R., Burshteyn, D., Cea-Aravena, J. (2003). Nutrizione nel trattamento del disturbo da deficit di attenzione e iperattività: un aspetto trascurato ma importante. Psicofisiologia applicata e biofeedback, 28 (1), 63-75. collegamento
  • Walker, L. R., Abraham, A. A., Tercyak, K. P. (2010). Uso di caffeina negli adolescenti, ADHD e fumo di sigaretta. Child's Health Care, 39 (1), 73-90. collegamento
  • Stevens, L. J., Kuczek, T., Burgess, J. R., Hurt, E., Arnold, L. E. Sensibilità dietetica e sintomi di ADHD: trentacinque anni di ricerca. Pediatria clinica, 0009922810384728. link

Ultima recensione: 11 gennaio 2018


Guarda il video: Dieta i probiotyki w autyzmie i ADHD (Luglio 2022).


Commenti:

  1. Jeremi

    Questa eccellente frase è necessaria solo a proposito

  2. Ealdun

    Facciamo attenzione.

  3. Vutaur

    Ben fatto, mi sembra che questa sia la magnifica idea

  4. Durane

    Questo ottimo pensiero deve essere volutamente

  5. Gershom

    Ritengo che non hai ragione. Suggerisco di discuterne. Scrivimi in PM, comunicheremo.



Scrivi un messaggio